Siete qui:

  1. Home
  2. Pole Position
  3. Club 4x4
  4. 6° Raduno Nazionale Toyota by GFI

6░ Raduno Nazionale Toyota by GFI

| 04 marzo 2015 20:51

6° Raduno Nazionale Toyota by GFI

Nel week-end del 21-22 febbraio si è svolta la sesta edizione del raduno nazionale Toyota, organizzata dalla sezione  S. Andrea del G.F.I. presieduta da Ales Plesnicar.

 

Dopo la partenza da Gorizia, la giornata del sabato ha visto i partecipanti inoltrarsi6° Raduno Nazionale Toyota by GFI nella vicina Slovenija, raggiungere la sommità del Korada per poi ridiscendere lungo la valle del Judrio e rientrare in Italia passando per la località di Mernicco. Il percorso è proseguito verso Corno di Rosazzo con la possibilità di opzionare due guadi, di cui uno piuttosto lungo ed impegnativo. A metà pomeriggio veniva raggiunta la cantina Butussi per un rinfresco accompagnato dai vini doc del Collio della stessa azienda. Come da tradizione, la giornata si è conclusa una cena tipica presso l’Hotel Internazionale di Goriza che ha fatto da base d’appoggio per l’intera manifestazione. Domenica mattina il raduno ha ripreso il giro lungo strade e sterrati del fiume Isonzo e del torrente Torre, lambendo le zone coltivate a vigneto tra Farra d’Isonzo e Gradisca d’Isonzo. A metà giornata i partecipanti hanno avuto a disposizione la “prova paletti” che consisteva nel far passare il 4x4 entro una porta mobile che lo stesso navigatore doveva posizionare6° Raduno Nazionale Toyota by GFI cercando di avvicinarsi il più possibile alla larghezza esatta del veicolo. Terminata questa prova, facile e divertente al tempo stesso, l’itinerario a road-book riprendeva in direzione dell’Abbazia di Rosazzo e seguendo un percorso immerso nei vigneti del Collio, veniva raggiunta la meta finale a Corno di Rosazzo presso l’azienda Cadibon dove era allestito il ristoro finale. Questa sesta edizioni del Raduno nazionale Toyota ha visto la partecipazione di ben 35 veicoli provenienti dal nord e centro Italia; eterogeneo il parco veicolare, dalla più vecchia Toyota iscritta appartenente a Mauro Doro, Toyota Land Cruiser Bj 40 del 1975, alla più recente Land Cruiser Kdj 150 di Luca Medeot. La prova culturale ha avuto tre pari merito: Stefano Rom, Marco Zanuttini e Luca Bresciani che hanno ricevuto i premi offerti dalla Euro4x4parts, dall’azienda Butussi e dall’azienda Cadibon. La migliore prova paletti, con la minore6° Raduno Nazionale Toyota by GFI distanza raggiunta, cioè 11 centimetri, tra paletti e larghezza del mezzo, è stata vinta da Alessia Pezzini a cui sono andati in premio prodotti offerti da Chiara Fontanot del salone di parrucchiera Graffiti Style.  Marco Suman veniva premiato per la Toyota più bella e significativa, mentre il premio fedeltà andava all’equipaggio composto da Renate von Guggenberg e Helmuth Niedermayr dell’Alto Adige. Umberto Rom, uno dei pionieri del fuoristrada in Friuli Venezia Giulia, veniva premiato quale veterano del 4x4. Chiara Bresciani, neo diciottenne sempre simpatica e sorridente, vinceva il premio quale più giovane partecipante.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori