Siete qui:

  1. Home
  2. Fuoristrada
  3. Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di NYC

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di NYC

| 03 aprile 2013 17:54

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New York

Al Salone Internazionale di New York il marchio Jeep ha presentato in anteprima mondiale il nuovo Jeep® Cherokee 2014, il modello che introduce un nuovo standard di riferimento nel segmento dei Medium Sport Utility Vehicle in merito alla capacità offroad, alla eccellente dinamica su strada e ai consumi ridotti fino a 13,1 km/lt, oltre a una serie di avanzati contenuti tecnologici e per la sicurezza.

 

Con l’introduzione del Model Year 2014, torna a far parte dellaJeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New York gamma Jeep disponibile in USA la nota denominazione Cherokee. Il risultato: il nuovo Jeep Cherokee 2014 ridefinisce completamente il segmento dei Medium SUV offrendo le leggendarie capacità 4x4 del marchio Jeep, il primo cambio automatico a nove rapporti disponibile nel segmento, consumi ridotti di oltre il 45 per cento (rispetto al modello Liberty che sostituisce), caratteristiche di guida su strada e maneggevolezza di classe superiore. A  tutto ciò, Jeep Cherokee aggiunge un design rivoluzionario e innovativo, finiture realizzate con cura artigianale, esclusivi contenuti tecnologici e più di 70 avanzati sistemi per la sicurezza e per la protezione degli occupanti. Il nuovo Jeep Cherokee è stato sviluppato per offrire ai clienti prestazioni su strada e fuoristrada di riferimento. "Il nuovo Jeep Cherokee 2014 sarà lo standard di riferimento per i Medium SUV con nuovi livelli di dinamica di guida su strada ed effiJeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New Yorkcienza nei consumi, e garantirà allo stesso tempo le straordinarie capacità 4x4 che i clienti si aspettano da un modello Jeep" ha affermato Mike Manley, President and CEO Jeep brand, Chrysler Group LLC. " Jeep Cherokee vanta un nuovo design, un nuovo cambio automatico a nove rapporti e due nuove sofisticate motorizzazioni, capacità di classe superiore grazie a tre innovativi sistemi 4x4, più di 70 dispositivi di sicurezza e un’ampia serie di nuovi contenuti tecnologici".

 

 

Sistemi 4x4 Jeep

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New YorkIl nuovo Jeep Cherokee 2014 offre tre innovativi sistemi di trazione integrale che assicurano capacità 4x4 di riferimento in qualsiasi condizione di utilizzo. Jeep Cherokee è il primo Medium SUV ad offrire il dispositivo di disconnessione dell'asse posteriore: questo sistema è in grado di ridurre le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4x4, determinando una maggiore efficienza nei consumi. La disconnessione dell'asse posteriore consente di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del guidatore.

Jeep Active Drive I

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New YorkDisponibile sulle versioni Sport, Latitude e Limited, il sistema Jeep Active Drive I dispone di una unità di trasmissione della potenza (PTU) completamente automatica che assicura un funzionamento continuo a qualsiasi velocità, sia nella modalità a trazione integrale che in quella a due ruote motrici. Il sistema non richiede alcun intervento o feedback da parte del guidatore, provvede alle necessarie azioni correttive e migliora la risposta in condizioni di sovrasterzo e sottosterzo.

 

Jeep Active Drive II

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New YorkDisponibile sulle versioni Sport, Latitude e Limited, il sistema Jeep Active Drive II include una PTU a due velocità con gestione della coppia e marce ridotte. Nella modalità 4-Low, il sistema blocca l’asse anteriore e quello posteriore per assicurare maggiore potenza alle basse velocità e capacità nel traino. Il rapporto di riduzione delle marce ridotte di 2,92:1 migliora le prestazioni quando si affrontano tratti in salita oltre ad assicurare un eccellente rapporto finale di riduzione nella guida in fuoristrada estremo. Il nuovo Jeep Cherokee equipaggiato con Jeep Active Drive II offre agli appassionati di avventure off-road un assetto rialzato di un pollice (2,54 cm), un rapporto finale di riduzione pari a 56:1 in abbinamento al motore MultiAir2 Tigershark I-4 da 2,4 litri e pari a 47,8:1 sugli esemplari dotati del nuovo motore V6 Pentastar da 3,2 litri. Ciò garantisce un miglioramento fino al 90 per cento rispetto al modello che sostituisce.

Jeep Active Drive Lock

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New YorkIl sistema Jeep Active Drive Lock include tutte le caratteristiche del sistema Jeep Active Drive II ma aggiunge il bloccaggio elettronico del differenziale posteriore per assicurare maggior potenza durante la guida a marce ridotte nel fuoristrada estremo. Jeep Active Drive Lock è disponibile di serie sulla versione Trailhawk.

Tutti i sistemi 4x4 equipaggiati sul nuovo Jeep Cherokee sono disponibili in abbinamento al sistema di gestione della trazione Selec-Terrain del marchio Jeep, che consente di scegliere tra le modalità per la guida on-road ed off-road quella più adatta ad affrontare una particolare superficie. Cinque sono le modalità disponibili: Auto, Snow, Sport, Sand/Mud e Rock. Grazie all'utilizzo di algoritmi che garantiscono prestazioni ed una capacità di controllo senza uguali, il sistema Selec-Terrain coordina elettronicamente ed ottimizza il funzionamento di 12 diversi parametri della vettura tra cui, il modulo di controllo della trasmissione, il controller elettronico del freno, il controllo elettronico della stabilità (ESC), il controller del cambio, il controller della catena cinematica ed il Selec-Speed Control (Hill-ascent e Hill-descent Control).


Un’architettura di classe superiore

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New YorkL'architettura del gruppo FIAT è stata utilizzata per costruire il nuovo Jeep Cherokee 2014. La comprovata modularità della piattaforma Compact U.S. Wide (CUS-wide) consente infatti di essere adattata per costruire  diversi modelli. Ne risultano una maggiore qualità e un'affidabilità migliore, oltre a costi ridotti ed a un minor tempo di sviluppo ed assemblaggio. L'architettura su cui è costruito il Cherokee comprende componenti condivisi, modulari e intercambiabili e permette la modularità di passo, carreggiata anteriore e posteriore, sbalzo anteriore, lunghezza e larghezza della vettura. Il contenuto di acciaio altoresistenziale della carrozzeria del nuovo Jeep Cherokee è pari a circa il 65 per cento. Gli acciai stampati a caldo, altoresistenziali e ultra-altoresistenziali sono utilizzati per costruire un'architettura resistente, leggera e solida.

 

Prestazioni su strada ed efficienza dei consumi

Jeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New YorkLe perfezionate prestazioni su strada e l'efficienza dei consumi del nuovo Jeep Cherokee sono il risultato del grande impegno da parte degli ingegneri Jeep. Con la possibilità di scegliere fra due nuove motorizzazioni abbinate al primo cambio automatico a nove rapporti disponibile nel segmento, il nuovo Cherokee assicura potenza nella guida su strada e consumi ridotti di oltre il 45 per cento rispetto al modello precedente. Con una riduzione dei consumi stimata nel ciclo autostradale fino a 13,1 km/l  ed un'autonomia con un pieno di benzina di circa 800 chilometri,  il nuovo Jeep Cherokee offre un'esperienza di guida senza compromessi. Il nuovo Jeep Cherokee 2014 monta il cambio automatico a nove rapporti 948TE del gruppo Chrysler. Si tratta del primo impiego in questo segmento di un cambio a nove marce. Il nuovo cambio sarà disponibile di serie su tutti i modelli dellaJeep Cherokee 2014: Debutto al Salone di New York nuova gamma Cherokee. Disponibile in quattro diversi allestimenti (Sport,  Latitude, Limited e Trailhewk), il nuovo Jeep Cherokee (prodotto negli Stati Uniti, presso lo stabilimento di assemblaggio del gruppo Chrysler di Toledo, in Ohio), sarà equipaggiato con due motori a benzina rappresentati dal  2,4 litri MultiAir2 Tigershark a 16 valvole del gruppo Chrysler di 2.4 lt (184 CV) e dal nuovo V6 Pentastar da 3,2 litri (271 CV); per il mercato europeo è prevista inoltre anche una motorizzazione diesel.

 



Commenti

Non ci sono commenti

Inserisci un commento

I campi contrassegnati con " * " sono obbligatori